Inizio dell’anno intenso per la moda sostenibile

Se il 2019 è stato un anno esplosivo per la moda sostenibile il 2020 non è da meno. Già il primo mese ne è la dimostrazione. Si è partiti con un gennaio importante per la moda che guarda alla sostenibilità. 

A Milano  l’11 e il 12 gennaio si è tenuto il WSM Fashion Reboot, manifestazione tutta dedicata all’eco-fashion. Due giorni movimentati  a cui hanno preso parte addetti ai lavori, appassionati e nuovi visitatori incuriosi. L’obiettivo è stato quello di mettere in connessione designer, buyers e consumatori.

E’ stata poi  lanciata l’edizione 2020 del Concorso Europeo per l’innovazione sociale con il tema Reimmaginare la moda: cambiare comportamenti per una moda sostenibile. Quest’anno saranno presi in esame i progetti volti a portare un cambiamento concreto dell’approccio alla moda.

A Roma si è tenuta la manifestazione Altaroma con una serie di talk dedicati al tema della salvaguardia dell’ambiente e dell’emergenza per i cambiamenti climatici. All’evento ha partecipato il sottosegretario agli Esteri Ivan Scalfarotto, che ha affermato che “l’economia circolare è una conquista della moda e che “in merito alla moda sostenibile  è importante comprendere che questo è il futuro e non c’è nient’altro che questo”.

Speriamo che febbraio si dimostri altrettanto fruttuoso per una moda che come non mai deve muoversi verso nuovi paradigmi. L’inquinamento che deriva dalle produzioni tessili, per non parlare dello sfruttamento lavorativo, sono ormai un’emergenza planetaria.

https://www.leggo.it/moda/altaroma_2020_ultime_notizie-5002818.html

https://ec.europa.eu/growth/industry/innovation/policy/social/competition_en

https://www.lifegate.it/persone/stile-di-vita/wsm-fashion-reboot-testimonianze-salone-moda-sostenibile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *