La sostenibilità nell’ambito del tessile è un argomento sempre più dibattuto. La necessità di una moda più attenta al pianeta e alle persone è ormai una certezza. E i dati ne sono conferma. In termini di inquinamento, l’industria della moda si posiziona seconda in classifica. Nel 2018 le emissioni di gas a effetto serra generate  dalle produzioni sarebbe pari a 1,2 miliardi di tonnellate l’anno. E se si considera che un consumatore utilizza in media non più di quattro volte un abito acquistato, lo scenario che va delineandosi sembra muoversi verso una moda sempre più veloce, che comporta danni irreversibili verso l’ambiente e le sue risorse.

Un’inversione di rotta è necessaria. E per questo sono nati numerosi progetti che si muovono verso una moda più responsabile.

Innovativa è  la recente iniziativa lanciata dalla start-up bolognese Vintag in collaborazione con Carrera Jeans. L’obiettivo è quello di promuovere il vintage, la sostenibilità e l’economia circolare. Dal 2 settembre al 6 ottobre 2019 Carrera jeans regalerà un buono sconto del 20% per l’acquisto di un nuovo prodotto a coloro che compreranno o venderanno un articolo prodotto dall’azienda veronese sull’app Vintag.  

Nato da poco più di due anni e  divenuto leader sul mercato italiano, Vintag è un marketplace che, attraverso lo scambio di oggetti di stile di epoche lontane, ha il duplice obiettivo di allungarne la vita e di non disperdere le eccellenze del passato. La sua ambizione è quella di contribuire al cambiamento positivo del settore della moda, spingendo i consumatori e le aziende a essere più responsabili. Pertanto si adopera per coinvolgere grandi brand italiani in questa importante missione, portando avanti progetti basati sulla filosofia dell’economia circolare. 

Vintag si fà così portavoce dei valori di etica e sostenibilità . “Niente è più “green” del prolungare la durata di utilizzo e del dare una seconda possibilità a un oggetto che qualcun altro non usa più. Vintag è sinonimo di meno oggetti nuovi da produrre e dunque meno sprechi e inquinamento. Abbiamo calcolato che chi ha comprato e venduto su Vintage nel 2019 ha evitato il consumo di 40 milioni di metri cubi di acqua. Tanto o poco? Non sta a me dirlo. Quello che posso dire è che se tutte le aziende e tutti i consumatori apportassero il proprio piccolo contributo il mondo sarebbe meno inquinato”,  afferma la fondatrice di Vintag Francesca Tonelli.

Per maggiori info sull’iniziativa “WE LOVE JEANS”

consultare www.vintag.store o www.carrerajeans.com.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here